Domande frequenti riguardo i processi in Spagna

Sono costretto a venire in Spagna per le udienze?

No. Il debitore può però chiederne la presenza personale allo scopo di praticarne un interrogatorio o esame, purchè la pruova sia ammessa dal giudice. In tal caso inoltre ci sono sistemi di esame via elettronica nell’ambito dell’Unione Europea.

Come faccio per comparire in giudizio?

La legge spagnola obbliga a tutti i litiganti, indipendentemente della loro effettiva presenza in Spagna o nell’udienza, a comparire in giudizio tramite un Procurador de los Tribunales. Quest’è una figura non esistente nella legge italiana.

Devo essere sempre assistito da avvocato e rappresentato da Procurador?

Non è necessario se la quantità che si richiama è inferiore a novecento euro. In tutti gli altri casi, il Tribunale rifiuterà di ammettere la domanda se non viene sottoscritta da avvocato e firmata da Procurador.

Devo far una traduzione ufficiale o giurata dei documenti che giustifichino il debito?

No. La traduzione ufficiale o giurata è soltanto necessaria qualora il debitore neghi l’idoneità della traduzione particolare presentata dall’altra parte. BTM Abogados Asociados SCP provvede alla traduzione giuridica dei documenti che si devono presentare in giudizio.

Come faccio per estendere una procura alle liti in favore di BTM Abogados Asociados SCP?

Noi Le spediremo il testo dei poteri che occorrono conforme alla legge spagnola, nelle lingue spagnola e italiana. I poteri possono essere conferiti da qualsiasi notaio italiano, che provvederà a fornirli con la Apostille dell’Aja, il che li renderà validi anche in Spagna.

BTM Abogados Asociados SCP può diffendere i miei interessi dovunque in Spagna?

Sì.

Ci sono possibilità di ricupero delle mie spese legali?

Come in Italia, la parte vincitrice in giudizio ha diritto ad ottenere dalla parte condannata il totale delle spese legali, trannechè il Tribunale ritenga l’esistenza di dubbi di fatto o di diritto permettano di credere che l’opposizione del debitore era parzialmente giustificata.

Quanto tenpo può prolungarsi una procedura ordinaria?

I tempi sono in genere più ridotti di quanto lo siano oggigiorno in Italia. In linia di massima, una procedura ordinaria si svolge completamente nell’arco di nove mesi, sebbene secondo il Tribunale i tempi possono prolungarsi o ridursi.

La parte condannata può far ricorso?

Sì. La parte condannata può far ricorso alla Corte d’Appello, ma anche in tal caso può essere messa in ingiunzione provvisoria dalla parte vincitrice.